Musica

JJ Cale & Eric Clapton

Vera goduria per le orecchie: lo consiglio a chiunque! Mettere insieme di nuovo l’autore di canzoni come “After Midnight” e “Cocaine” e il loro esecutore non poteva che dare un risultato splendido.

jjcaleclapton.jpg

“Chitarrotzo”…

Martedì sono ritornato su a Rotzo per l’ennesima (!) cena conclusiva di fine scavo: dopo tante parole e discorsi relativi a assoli, chitarristi, ampli, concerti e quant’altro io e lo Zambo siamo riusciti a suonare insieme. Molta ruggine e dita “intrizzite” per il freddo, ma almeno e’ un inizio…

DSCF7075.jpg
DSCF7077.jpg

Il Portiere della Notte

Un altro testo per i PraeTesto, di parecchi anni fa, questo volta mai messo in musica…

portiere_della_notte.jpg

Eric Clapton – Arena di Verona, 10 luglio

Lunedì sono andato a vedere Eric Clapton all’Arena di Verona: caldo pazzesco e sole a picco, posto in tribuna non numerata regalato da Fede e Jacopo.
Allora: di attesa ce n’era, e molta, specialmente per il fatto che non lo avevo mai avuto la possibilità di ascoltarlo dal vivo, ma da sempre ho consumato la videocassetta del suo concerto “24 nights” nel cercare di imitare quel tocco così pieno, deciso ed aggressivo.

eric1.jpg

Prima di lui si è esibito sul parco Robert Cray: blues in piena regola anche se non molto coinvolgente come “deve” in realtà essere un gruppo spalla, anche se dire che Cray è una spalla è decisamente riduttivo…
E poi arriva Calpton: attacco come lo avevo immaginato e desiderato. Pianoforte e rullatona e inizia “Pretending”!
Il gruppo è veramente notevole: una band di undici elementi, Doyle Bramhall II e Derek Trucks alle chitarre, Willie Weeks al basso, Steve Jordan alla batteria, Chris Stainton e Tim Carmon alle tastiere, Simon Clarke, Roddy Lorimer e Tim Sanders ai fiati e le coriste Michelle John e Sharon White.
Ci sono stati momenti veramente belli e toccanti: mi piace ricordare “Running on Faith”, una lunghissima e bellissima “Old Love”, “Back Home” in una splendida versione tutta acustica, “Nobody Knows when You’re down and out”, un’esplosiva “Layla” e l’intramontabile “Wonderful Tonight”. In fase finale è salito sul palco anche Robert Cray ed hanno eseguito insieme “CrossRoads” e “Cocaine”.

eric2.jpg

Un bel concerto con assoli di Clapton e anche dei suoi chitarristi veramente lunghi e travolgenti: un concerto di musicisti di un livello tecnico assoluto, forse non troppo coinvolgente dal punto di vista di contatto con il pubblico (Clapton si è limitato a qualche “grazie” e un “buona notte” verso il pubblico), ma sicuramente 2 ore di splendida musica suonata in maniera magistrale dal più grande chitarrista rock-blues di sempre!
Una galleria delle foto del concerto la si può trovare nella sezione Foto Album del blog.

Mark & Emmylou, Arena di Verona – 3 giugno

Sabato sera sono stato con Nico e Chiara a vedere il concerto di Mark e Emmylou Harris: come ho già scritto in un altro post, l’album che portavano in tour, dopo una prima mia preconcetta titubanza, mi è invece piaciuto proprio molto e quindi l’attesa per questo concerto era decisamente alta.

PICT00777.jpg

Per me assistere ad un concerto di Mark è sempre il coronamento di un sogno: avere l’occasione di di poter vedere dal vivo la persona che ti ha fatto innamorare della chitarra, che ti fatto sognare con le sue canzoni, con i suoi assoli, con i suoi testi è quanto di più gioioso mi possa capitare. Forse può sembrare eccessivo, ma per me è così: è proprio una gioia… grande.

Che dire: il fascino dell’Arena è indiscutibile, ma la musica che abbiamo potuto ascoltare è stata proprio unica, molto raffinata ma allo stesso tempo colma di emozione.
L’amplificazione era splendida, la voce di Mark ancora più bella del solito e l’intreccio con quella di Hammylou veramente particolare. Gli interventi di Mark con la chitarra sono stati molto più rari rispetto ad altri concerti solisti, ma quando si è lasciato andare ad alcuni assoli ha saputo veramente espirmere al meglio il suo finger picking fatto di una sensibilità profonda, di un gusto induscutibile e di una tecnica senza confronti.
Tra le canzoni che particolarmente mi hanno emozionato mi piace ricordare “This is Us” con un assolo distorto e cattivo veramente bello, la cavalcata di “Speedway at Nazareth” con il crescendo finale fatto di assolo di chitarra e violino eseguito con una carica incredibile, lo splendido duetto con Emmylou di “If This is Goodbye”, una splendida e dolcissima “Shangri La” e “So far Away”, una canzone semplice ma che, eseguita ultimamente da Mark verso la fine dei concerti, mi muove dentro un sentimento misto di nostalgia, di riconoscenza e di passione: penso che siano sentimenti che solo la vera musica, quella che parte dal cuore, ti sappia regalare.

PICT0106.jpg

Per l’occasione ho creato una serie di pagine del blog dove si possono trovare tutte le foto e qualche filmatino degli ultimi due concerti di Mark: per vederle basta cliccare questo link.

Quanto mi sbagliavo…

Devo proprio ammetterlo: mi sbagliavo e di molto!

All’inizio l’idea di un album di Knofpler con Emmylou Harris e di un successivo tour non mi facevano impazzire… E’ sufficiente invece ascoltare alcune tracce del nuovo album “All The Roadrunning” per rendersi conto di quanto l’unione di questi due musicisti sia riuscita a far nascere un disco talmente bello e raffinato che è un vero piacere ascoltarlo e riascoltarlo anche per accostarsi ad una musica che spesso, per giudizi affrettati, ti viene spontaneamente da scartare e considerare lontana dal tuo mondo.

Sicuramente la chitarra, la voce e l’isprazione di Mark (quasi tutte le canzoni sono scritte da lui) rendono il prodotto molto meno “esclusivamente country”, anzi: quella che si ha il privilegio di ascoltare è un’alchimia più particolare, più pregiata e che va oltre una classificazione semplicistica per generi.

Personalmente trovo bellissima la chitarra acustica in “Love And Happiness”, splendida nella musica e nel testo “This is Us” (grande assolo finale di Mark!) e “If This is Goodbye”, molto bello e ‘che spinge’ il riff unito al duetto vocale in “Right Now” e veramente eccezionali “I Dug Up A Diamond” e “Rollin’ On”. Tutte le tracce hanno però un qualcosa che te le fa apprezzare: non avrei mai pensato che questo album mi sarebbe piaciuto tanto!
Bello, bello, bello: non vedo l’ora che arrivi il 3 giugno per poterli ascoltare all’Arena…

Da un’intervista a Knopfler:
“This Is Us” è una canzone che ho scritto dalla parte della gente comune: in questo caso dalla parte della gente comune americana. Perché chiunque (…) capisce che la vita è la vita delle persone comuni: questa canzone è una celebrazione della vita delle persone e dei loro sentimenti d’amore. (…) E’ un album che sottolinea il valore straordinario di una vita ordinaria: un valore che, dopo tragedie come quella dell’11 settembre, è giusto recuperare nelle sue espressioni più semplici e genuine.

Love over Gold

Una delle mie canzoni preferite di Knopfler nella sua versione live di Alchemy – 1984 forse più classica e più riuscita: una splendida Gibson Chet Atkins prima serie e un finger picking bello, secco e cristallino.
E’ questo il suono che mi ha fatto innamorare dello stile di Mark!

Come dire di no…

Comprati i biglietti per il concerto di Mark all’Arena di Verona del 3 giugno: detto fra di noi Emmylou Harris e l’idea di un tour in duo non è che mi faccia impazzire…

mark-emmylou_565.0.jpg

Prima della data e in attesa dell’uscita dell’album di duetti “All The Roadrunning” voglio farmi un po’ di “cultura” sulla sua musica e sul suo stile: magari anche cambio idea.

Le canzoni del mio gruppo: i PraeTesto

Finalmente ho trovato un po’ di tempo per “fissare” in maniera definitiva i testi di alcune canzoni del gruppo.
Oramai, vista la scarsità con cui ci si trova per suonare un po’ insieme (i bei tempi dei PraeTesto sono purtroppo un lontano ricordo), ho pensato che sarebbe stata una buona cosa conservare i testi delle canzoni alle quali siamo più affezionati.

Mi piacerebbe trovare il tempo e la voglia anche di commentarli e spiegarli, intanto… eccoli.

testi PraeTESTO_Page_33.jpg testi PraeTESTO_Page_43.jpg testi PraeTESTO_Page_14.jpg testi PraeTESTO_Page_23.jpg