Archeologia e BbCc

E tre: dBC è on-line

Oggi è andato on-line il nuovo sito del Dipartimento dei Beni Culturali (www.beniculturali.unipd.it): con questo è il mio terzo sito nell’ambito dei Beni Culturali (i primi due erano stati ArcheoVeneto e AquaePatavinae) realizzato interamente sulla piattaforma WordPress e tema Atahualpa che posso definire “esteso ed articolato” (integrazione di FileMaker Server, modifiche profonde al core di WP e ai plug-in, realizzazione del CSS da zero, integrazione di codice PHP, JavaScript e XML un po’ ovunque…).

dbc
aqpat av

Metamorfosi

METAMORFOSI. Miti d’amore e di vendetta nel mondo romano
29 settembre – 1 dicembre 2012

Dei e eroi, mortali e immortali arricchivano con le loro storie d’amore, di tradimenti, di vendetta, di morte violenta o accidentale, ma soprattutto di fantasiose trasformazioni, la vita quotidiana dell’uomo romano.

Il mio più grande ed importante lavoro grafico: un’esperienza lavorativa tanto impegnativa e pesante quanto piena di nuovi rapporti umani, collaborazioni e soddisfazione.

aquaepatavinae.it

Il mio maestro…

L’inizio di un recente articolo scritto dal “mio prof e maestro”: per quanto riesca molto spesso ad essere in disaccordo e ad arrabbiarmi con lui (dialetticamente parlando), è innegabile la genialità di quest’uomo e per questo non si puo’ che ammirarlo e volergli bene…

UNA RIFLESSIONE SULLA CARTOGRAFIA

La capacità di interiorizzare (“mappe mentali”) ed estrinsecare in forma simbolica (“mappa”- tout court) una rappresentazione del mondo esterno rappresenta una delle aree di ricerca più affascinanti e dibattute da un’estesa gamma di discipline (da quelle topologiche e spazio-geografiche, alla pisicologia cognitiva, alla paleo- psicologia): una nozione crescentemente pervasiva, al riguardo, è quella della marcata variabilità di tale funzione relazionale che attraversa il genere (dimorfismo cognitivo maschio/femmina), le culture, lo sviluppo del singolo individuo e la traiettoria evolutiva dell’intera specie umana.

Mappare il mondo è un’abilità, evolutivamente selezionata, strettamente legata alla struttura stessa del cervello umano (“modello computazionale della mente” ) come processore seriale e parallelo e alla sua capacità di istanziare “schemi di piano” sensitivi al contesto operativo, di utilizzare simboli-icone, metafore e categorizzazioni socialmente condivisibili e di amministrare, in modo sfumato (logica fuzzy), le varie fonti di incertezza comportamentali/decisionali, a partire proprio da quelle spaziali. Al di là delle diverse architetture formali in cui una mappa si organizza, possono essere connotate come “mappe” rappresentazioni così lontane nel tempo, nello spazio, nonché per finalità, contenuti e forma, quali i dipinti del paleolitico superiore della grotta di Lascaux, il prototipo (evocativamente chiamato, appunto, “Cave”) di realtà virtuale-immersiva 3d, la mappa cinquentesca “a volo d’uccello” del Dal Cortivo degli Euganei o un’immagine satellitare ad alta risoluzione con georeferenziazione in ambiente GIS dello stesso areale (cfr. oltre): si tratta, in ogni caso, di “ambienti virtuali” (cognitivi e/o fisici e/o digitali) in genere “diminuiti” (riduzione tematica e simbolica), ma ora anche “aumentati”, che servono per agevolare un qualche tipo di “navigazione” esplorativa o ricognitiva sul territorio.

Armando De Guio

ArcheoVeneto

Oggi, la presentazione ufficiale… archeoveneto.it

Creta 2010

Il forte profumo degli ulivi, il caldo cielo dell’Egeo, il sapore del Mediterraneo, la storia di chi siamo: Creta, Grecia.

Creta, novembre 2009

PB010053

PB060083

Una settimana a Creta, nella nostra Gortyna, per cercare di riscoprire la nostalgia verso una terra incorniciata dal cielo, dal mare e dalla storia…

Roma

Tre giorni a Roma tra riunioni, assistenze tecniche, controlli, l’attesa conferenza-convegno “Arcus per l’Archeologia” con le autorità e i Ministri, il riscontro della bontà del lavoro svolto, della corrispondenza quadricromatica della stampa, l’incontro con amici e cene piacevolmente inattese: tre giorni belli che si portano dietro un po’ di sollievo, un po’ di dubbi, un po’ d’incertezza e qualche speranza in più… incertezza lieve e quasi piacevole come il camminare per Trastevere alla ricerca di un posto per mangiare e scoprire – con uno stupore dato dalla randomizzazione del vagare e della scelta – una locanda carina, che sa coccolare con la genuinità delle cose semplici e di “ottimo” gusto…

img_0091

pb280006

Arcus per l’Archeologia

Finalmente ho finito e consegnato al service di stampa di Roma la mostra fotografica “ARCUS per l’Archeologia”: 23 pannelli riguardanti i progetti di valorizzazione archeologica (in relazione all’avviamento delle fasi operative delle cosiddette “grandi opere”) finanziati dal Ministero dei BBCC in questi anni. Sembra venuto proprio un bel lavoro: la settimana prossima sarò qualche giorno nella capitale a constatare l’esito della fatica di queste ultime 3 settimane. 

arcus-per-larcheologia-6

Ph(K)D… fatta!

33_vetta

Oggi ho sostenuto la discussione finale del PhD in Scienze Archeologiche: incredibile, è finita…